News

16-11 Live @Tropicana

Ad aprire la serata troviamo sul palco i CHIAMATE PERSE, che mostrano di avere un gran talento ed originalità dovuta soprattutto dall'inserimento dell'armonica a bocca. A seguire é il turno degli SHAMROCK. Molto bravi nell’esecuzione di cover,e ottimi i loro pezzi inediti. Si vedeva, e soprattutto si sentiva, l’ottimo feeling musicale e personale all’interno del gruppo. A chiudere la serata ci pensano i P.O.O.L.s. Tecnicamente bravissimi, pezzi molto studiati, arrangiamenti precisi e originali. Le cover riarrangiate in chiave rock hanno dato una svegliata al pubblico. Presenza scenica ottima! il cantante era in estasi e lo dava a vedere,trascinando la band.

Stefano G.


Leggi 0 Commenti... >>
 

16-11 live @Black Drop

Un sabato sera all'insegna del metal/punk al Black Drop di Milano. Primi ad esibirsi gli ATLAS PAIN, che riescono fin da subito ad avvolgere la sala nelle atmosfere dell'epic metal più ispirato. Alcuni brani vengono introdotti dalla rievocazione da parte del frontman di leggende e miti che rendono ancora più intensa la prestazione. Grande precisione e potenza da parte di tutti e cinque i componenti, ottimo sound di gruppo, il pubblico è colpito e partecipa con entusiasmo. E' il turno dei DEEP BREATH, che non lasciano certo esaurire l'energia sul palco. Tanta grinta e decisione nell'esecuzione, tastiera e chitarra elettrica che si alternano continuamente in soli e virtuosismi, sezione ritmica non da meno e una voce dal volume incontenibile a completare il quadro. Momenti più intimi con brani originali e personali come To Fly, per poi tornare a cover note come Fade to Black e So Far Away, che conquistano i presenti. Arriva anche l'assolo di batteria. Si svolta in chiave punk coi RUBY DYED ARROWS, quartetto giovane ed esuberante che contagia tutti con la sua carica. Tra i gruppi citati ritroviamo Muse, Good Charlotte e Green Day; le cover sono ben preparate ed eseguite fedelmente. Il chitarrista si cimenta in un assolo dietro la schiena che fa impazzire i fan. Di certo una buonissima prestazione, ammirevole per spontaneità, doti di intrattenimento e tanto talento. A chiudere arrivano i REMINDERS, capitanati dall'unica voce femminile della serata. Il gruppo riesce a riproporre brani complessi di gruppi come System of a Down e Iron Maiden. Il pubblico apprezza senz'altro la passione e le abilità tecniche dimostrate dai cinque musicisti, animandosi soprattutto durante i soli di chitarra e con i fill di batteria. Un'esibizione convincente, che lascia i fan soddisfatti e conclude positivamente la serata.

Daline D.




Le registrazioni intere delle esibizioni sono disponibili con un piccolo costo dovuto all'elaborazione ed al montaggio del file (senza logo della StageAlive o, se specificato, con il VOSTRO LOGO) presso la nostra sede; per averle basta inviare una mail a andrea.taddeo @stagealive.it indicando nome band e serata.


Leggi 0 Commenti... >>
 

16-11 Live @Logtin Black hole

Un altro sabato all'insegna della buona musica qui al Black Hole. Aprono i DCS, una band di giovani e grintosi ragazzi che intrattengono il pubblico con cover e inediti. Lo scream del cantante e la voce femminile si amalgamano perfettamente dando un tocco di originalità alle interpretazioni. Seguono i SIDE 74, band punk-rock che propone interessanti inediti in inglese. I ragazzi dimostrano abilità e sensibilità musicale e grande disinvoltura sul palco. A chiudere la serata i PALS, che propongono grandi pezzi del rock e del pop. New entry nel gruppo: una nuova cantante esordisce al fianco della voce principale! La combinazione piace al pubblico e impreziosisce le canzoni. Alla prossima!

Cinzia G.


Leggi 0 Commenti... >>
 

16-11 Live @Alibi

Torna il rock dal vivo a Pavia! E riparte dall’ Alibi Pub di via Galliano. Due le band protagoniste di questo sabato sera! Aprono i bravissimi G.A.S., tre musicisti che ripropongono cover rock anni ‘60/’70 in modo impeccabile e coinvolgente. Da Jimi Hendrix a Prince, offrono un spettacolo grandioso grazie anche alla presenza scenica e alla superba tecnica del cantante/chitarrista. Il culmine della serata si raggiunge con i travolgenti REVANGEL, che fanno scatenare i tantissimi presenti con brani inediti rock stile U2 e Bon Jovi. Una grande esibizione, con tanto di ospiti (alle tastiere e alla voce) a incrementare ulteriormente la qualità del già bel live. Il cantante, con una performance incredibile, riesce a coinvolgere tutto il pubblico, anche quello nelle sale adiacenti. Meritano sicuramente un palco più grande!

Gerardo D.


Leggi 0 Commenti... >>
 

09-11 Live @Tropicana

I primi a calcare il palco sono i RADIO AUT BEND, che eseguono i propri pezzi in maniera disinvolta e sicura, coinvolgendo il pubblico grazie anche ad una scaletta con alcune cover ad hoc. Particolare ma efficace è la presenza del violino, che si integra alla perfezione in tutti i brani della band, aiutato anche dalle buone armonie vocali tra la voce solista e i cori. Capaci di un suono forte ma pulito i Radio Aut Bend riescono a mantenere vivo il ritmo e l'attenzione negli ascoltatori per tutta la loro esibizione, sino ad arrivare all'ultimo brano, una cover di "I Cento Passi " dei Modena City Rumblers, che racchiude tutto l'entusiasmo e lo stile di questi cinque ragazzi. A seguire troviamo i LOADERS. Chitarre precise e mai aggressive, basso presente, voce femminile incantevole e un batterista straordinario. Sound forte, controtempi, dinamiche curate, e tanta energia che lasciano incollati gli ascoltatori al palco per tutta la durata dell'esibizione. Un'ottima band, bella da sentire e da guardare, perché anche la presenza scenica ha la sua parte. Un rock vivo, mai banale e scelto con gusto, che sorprende per quanto sia curato data la giovane età dei componenti. Di sicuro questa band potrà fare strada. Chiudono la serata i ROCK REHABILITATION con il loro rock duro. Una band che non passa di certo inosservata ( soprattutto per il make-up del batterista ). Un giusto mix di brani inediti e di cover riarrangiate. I Rock Rehabilitation sono quella band che cerchi quando hai voglia di scatenarti sotto il palco e di agitare la testa per tutto il concerto. Coinvolgono il pubblico e lo rendono partecipe, grazie anche ad un repertorio capace di svariare dai Guns n' Roses a "Song Two" dei Blur e ai tre chitarristi certo non hanno paura di alzare i volumi dei propri ampli. Carismatica e simpatica la figura del cantante, che da il toco finale per completare il quadro di questo gruppo.

Daniele R.




Le registrazioni intere delle esibizioni sono disponibili con un piccolo costo dovuto all'elaborazione ed al montaggio del file (senza logo della StageAlive o, se specificato, con il VOSTRO LOGO) presso la nostra sede; per averle basta inviare una mail a andrea.taddeo @stagealive.it indicando nome band e serata.


Leggi 0 Commenti... >>
 

Pagina 2 di 78

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Successivo > Fine >>
moonhouse011